Tra gli elementi che caratterizzano l’organizzazione di un viaggio, bisogna senz’altro considerare la necessità e/o obbligo (per alcune destinazioni) di stipulare una polizza assicurativa.

Quest’ultima può riguardare solamente la copertura sanitaria durante il viaggio, oppure riferirsi a più elementi contemporaneamente, come l’annullamento (mancata partenza), la perdita dei bagagli o il rimborso delle spese mediche.

Sempre più consci dell’utilità delle assicurazioni (anche a seguito all’epidemia di covid-19 sviluppatasi negli ultimi anni) e contrapponendosi alle generazioni precedenti, un numero crescente di viaggiatori sceglie di stipulare un’assicurazione riguardante le proprie vacanze.

In passato erano molti i viaggiatori a tentare la sorte, sperando di non incappare in fastidiosi contrattempi o veri e propri incidenti di percorso, mentre recentemente tale abitudine si è capovolta.

 

Cos'è l'assicurazione di viaggio

Letteralmente, la polizza assicurativa è un contratto tra una o più persone e un ente assicurativo, con il quale si acquistano una o più coperture, per un periodo limitato di tempo e per una o più destinazioni, differenti dalla propria residenza. L’obbiettivo è quello di proteggere/assistere il viaggiatore in caso si verificassero degli imprevisti durante il viaggio, come malattie, incidenti, perdita del bagaglio ecc. Ogni polizza ha una franchigia minima (scoperto che non viene rimborsato), che può oscillare tra il 15 e il 25%.

 

Le principali tipologie di polizze si differenziano in:

 

Assicurazione annullamento: l’assicurazione che copre le spese di viaggio sostenute in caso di annullamento del viaggio per motivi medici certificabili o altre situazioni non prevedibili all’atto della prenotazione (malattia improvvisa, lutto in famiglia, revoca ferie ecc). Diverse sono le assicurazioni disponibili e le condizioni considerate “motivi certificabili”, fondamentale perciò consultare i termini dell’assicurazione per verificare quali coperture siano presenti. Generalmente non sono mai incluse le malattie pre-eesistenti, salvo differentemente indicato.

 

Assicurazione sanitaria: l’assicurazione che copre le spese sanitarie o derivanti da problemi di salute, così come incidenti o malattie verificatosi durante il viaggio o il rientro aereo d'urgenza. Generalmente non sono mai incluse le malattie pre-eesistenti, salvo differentemente indicato. Il massimale medico può variare da mille euro fino ad essere illimitato, da verificare quello più adatto a seconda della destinazione.

 

Assicurazione bagagli: l’assicurazione che copre le spese derivanti dalla perdita del bagaglio dal vettore di trasporto. Nel rimborso non è però previsto il furto di denaro o assegni, inoltre se il bagaglio viene smarrito a causa del viaggiatore l'assicurazione non risarcirà il danno. Generalmente sono assicurate anche tutte le compagnie di trasporto, prima di far intervenire la propria assicurazione perciò può essere utile verificare se il vettore applica politiche di rimborso.

 

Assicurazione tutto incluso: l’assicurazione che copre l’eventuale annullamento del viaggio (prima della partenza) e le spese mediche/bagaglio per tutta la durata del viaggio.

 

Importante: l’assicurazione annullamento va stipulata in maniera contestuale alla conferma del viaggio, mentre quella sanitaria può essere emessa anche successivamente. L’importo varia a seconda del costo e della durata del viaggio e sono disponibili anche tariffe famiglia per chi viaggia con bambini.

L’assicurazione è obbligatoria?

 

Esistono paesi in cui l'assicurazione sanitaria è obbligatoria ai fini dell’ingresso (Russia), mentre altri dove si rischia di non ricevere alcuna assistenza in caso di necessità (Stati Uniti d’America).

Nei paesi dell’Unione Europa si può usufruire della sanità locale grazie al proprio tesserino sanitario, tuttavia è sempre fortemente consigliato stipulare un’assicurazione di viaggio tra quelle disponibili.

 

Per ulteriori informazioni: https://www.salute.gov.it/portale/cureUE/homeCureUE.jsp

 

https://www.salute.gov.it/portale/assistenzaSanitaria/dettaglioContenutiAssistenzaSanitaria.jsp?lingua=italiano&id=897&area=Assistenza%20sanitaria&menu=vuoto

 

https://www.viaggiaresicuri.it/home

Come si acquista un'assicurazione di viaggio

L’assicurazione può essere acquistata attraverso l’agenzia viaggi e/o tour operator con cui si prenota la vacanza, tramite il proprio assicuratore personale (soprattutto per polizze di lunga durata), oppure sui singoli siti utilizzati per acquistare i servizi del viaggio (compagnia aerea, struttura alberghiera ecc).

A cosa prestare attenzione

 

Quando si stipula l’assicurazione occorre considerare alcuni aspetti, come ad esempio il massimale di copertura previsto. Se si desidera stipulare un’assicurazione contro i danni da smarrimento e/o furto di bagagli, occorre che il massimale copra il valore degli oggetti portati con sé. Per quanto riguarda invece l’assicurazione medica, sono da esaminare i giorni di ricovero previsti, il massimale di spese mediche previsto (da 1000 euro a illimitato), eventuale rimpatrio sanitario ecc.

 

Importante! Resta valido il fatto che qualsiasi tipo di assicurazione dovrà essere stipulata prima della partenza del viaggiatore dal proprio paese di residenza.

 

Come avrai capito, per viaggiare a cuor leggero è fondamentale stipulare una polizza viaggi..hai già pensato alla tua?

 

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

LASCIA UN COMMENTO