Copenhagen e Malmo, la Danimarca e la Svezia. Se sei alla ricerca di un'esperienza indimenticabile, non puoi perderti queste due perle del nord Europa che distano appena pochi chilometri l'una dall'altra, percorribili in autobus, in auto oppure in treno.

Biciclette, design, cultura, natura, buon cibo... non ci sono limiti a quello che potrai scoprire! Pronto a partire?

Giorno 1.

Iniziamo con la visita dell’antico porto di Copenhagen chiamato Nyhavn, dove si trovano caffè e locali di ogni genere e da dove partono le imbarcazioni turistiche che attraversano i numerosi canali della città. Proseguiamo con la visita di Christiania, un vero e proprio must della capitale danese. La sua atmosfera hippie conquista tutti: si può bere qualcosa a qualsiasi ora, ascoltare concerti improvvisati in strada e respirare un'atmosfera bohemien senza pari! È il posto ideale per comprare bigiotteria fatta a mano, prodotti per fumatori, indumenti di seconda mano e quadri di artisti locali. Visitare Christiania è totalmente sicuro: non ci sono problemi di violenza o vandalismo, basta rispettare la privacy degli abitanti locali e prestare attenzione ai cartelli che proibiscono le fotografie in determinati luoghi, come Pusher Street.

 

Food Advisor: in città si trovano cucine per tutti i gusti, spaziando da quella italiana fino ad arrivare a quella thailandese. I chioschi di street food possono essere una valida alternativa ai ristoranti classici, dove gustare alcune delle specialità locali come il Rød pølse, l'hot dog con il tipico wurstel rosso oppure le Frikadeller, le polpettine di carne o pesce, spesso servite con patate e cetriolini.

Giorno 2.

Cambiamo nazione e ci dirigiamo a Malmö, in Svezia, raggiungibile comodamente in treno con circa 40 minuti di viaggio.

Iniziamo la visita da Piazza Stortorget, circondata dalle vie pedonali del centro lungo le quali si trovano alcuni dei palazzi più antichi della città e, proprio al centro della piazza costruita nel 1540, si erge la statua equestre dedicata al Re Carlo X Gustavo.

Si prosegue alla Sankt Petri Kyrka (Chiesa di San Pietro) un'imponente cattedrale di mattoni rossi vicino a Piazza Stortorget, passando poi per il museo d’arte moderna e contemporanea (Moderna Museet). La visita continua alla biblioteca civica di Malmö che offre una collezione di oltre mezzo milione di libri, anche in lingue straniere, DVD e CD di tutti i generi. Uno degli edifici è soprannominato il "Calendario della Luce" per via della grande parete di vetro affacciata sul Kungsparken (Parco del Re), grazie alla quale la biblioteca è illuminata dalla luce naturale.

 

Food Advisor: con oltre 600 caffè e ristoranti, Malmo è la città svedese con la maggiore concentrazione di locali del paese che offrono la possibilità di degustare prodotti e piatti tipici. Da non perdere le polpette locali (Kottbullar), che vengono fatte con diversi tipi di carne (anche quella di renna!). Immancabile l’assaggio degli gnocchi di patate ripieni di pancetta e aromatizzati con cannella (Kroppkakor), serviti con salsa di mirtilli rossi. Per rimanere più leggeri, consigliamo il pane croccante fatto con farina di segale simile a un cracker (Knackebord), da gustare come spuntino oppure come accompagnamento per portate a base di salmone o formaggi locali.

Giorno 3.

Di rientro a Copenhagen, passeggia lungo il porto fino al raggiungimento della famosa statua della “Sirenetta”: a richiedere la realizzazione della statua fu nel 1909 Carl Jacobsen, il fondatore della Carlsberg. Ispirato dalla fiaba di Hans Christian Andersen, vista sotto forma di balletto in un teatro locale, l’uomo commissionò la scultura all’artista Edvard Eriksen.

La visita prosegue al Castello di Rosenborg, colmo di statue e opere tessili che raccontano la storia del paese e dei relativi conflitti con i paesi vicini. Tuttavia, il pezzo forte di Rosenborg è la collezione dei gioielli della Corona Danese. Tra questi piccoli tesori si trovano pezzi originali dei regnanti locali, tra cui spiccano scettri, orecchini e anelli di diamanti.

Non perderti il quartiere latino e la famosa torre rotonda “Rundetårn”, costruita nel diciassettesimo secolo e ubicata in pieno centro. Famosa per essere il più antico osservatorio d’Europa ancora in funzione, è nota per la sua rampa elicoidale che offre una favolosa vista panoramica sulla città a 35 m di altezza.

Concludiamo la giornata con una tappa al Designmuseum di Copenaghen, che offre un’ampia collezione di oggetti e locandine che ripercorrono la storia del design danese, con particolare rilievo alla sedia, elemento principale per gli artisti di questo paese.

 

Food Advisor: oltre a salmone e formaggi locali, che vengono proposti in tantissime varianti, valgono una citazione lo Smørrebrød (fetta di pane di segale imburrata e accompagnata da salmone, carne, uova e cetriolini) e il Wienerbrød, dolce tipico a base di pasta sfoglia con cannella e cioccolato.

Entrambi occupano un posto speciale nella cucina danese e sono tra i più famosi del paese.

Giorno 4.

È giunto il momento di abbandonare Copenhagen, ma non senza una passeggiata in centro, passando per la Piazza del Municipio e la sua famosa fontana del drago. Proseguiamo lungo la zona dello Strøget, che ospita una delle vie dello shopping più lunghe in Europa.

Qui si possono trovare alcuni dei souvenir tipici della città, tra cui oggetti di porcellana, statue dei Vichinghi, libri di fiabe di Andersen e biscotti danesi di ogni gusto e colore.

Con ancora un po’ di tempo a disposizione, suggeriamo un tour in bici della città, una visita allo zoo locale oppure un’escursione ai Giardini di Tivoli, uno dei parchi divertimenti più antichi al mondo!

Informazioni utili - spostarsi dall'aeroporto al centro città

Ad oggi ci sono diverse possibilità per raggiungere il centro di Copenaghen:

  • Treno: collega il terminal 3 alla stazione di Hovedbanegården (Stazione Centrale) con partenze ogni 10 minuti. Il prezzo della corsa è di circa 36kr (4,80€).
  • Metro: è una valida alternativa al treno per arrivare dall'aeroporto in città. Il prezzo di una corsa semplice fino al centro è di 36kr (4,80€), come il treno, ma il tragitto è leggermente più lungo, circa 30 minuti. Il vantaggio principale della metropolitana è il suo servizio attivo 24 ore al giorno, anche se di notte la frequenza è minore (ogni 20 minuti) con rispetto alle corse giornaliere (ogni 5 minuti).
  • Autobus: la linea 5A parte dal terminal 3 e arriva fino alla Stazione Centrale di Copenaghen, mentre le linee 35 e 36 servono anche altre zone della capitale. I biglietti si acquistano direttamente sull'autobus, costano 36kr (4,80€) e vanno pagati in contanti.
  • Taxi: l'opzione più comoda, anche se più cara. Il tragitto dura all'incirca 20 minuti e costa circa 35€.

Consigliato per chi...

Consigliamo Copenhagen a chi desidera visitare una delle più belle capitali del Nord Europa, dove tutto è ben organizzato! Occorre però fare particolare attenzione agli orari dei pasti: le cucine dei ristoranti chiudono presto, di solito intorno alle 15 per il pranzo e alle 21 per la cena. Chioschi e bancarelle invece hanno un orario più flessibile, soprattutto nei fine settimana.

La città offre tante possibilità in termini di attività, come il giro in barca lungo i canali, i walking tour con degustazione di prodotti tipici o visite guidate all’interno dei musei locali.

Copenaghen si presta bene anche alle famiglie con bambini, grazie alle svariate attività che la cittadina offre ai più piccoli. Qualora interessati, a circa 3 ore di distanza si trova anche il parco a tema Legoland, ubicato a Billund. E’ una delle attrazioni più visitate del paese, che offre la possibilità sia dell’ingresso in giornata che di pernottare in una delle strutture a tema ubicate vicino al parco.

Da valutare se merita un viaggio a parte, oppure può essere prevista come estensione di un itinerario già interessante!

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

LASCIA UN COMMENTO