I classici hotel con le loro camere tradizionali non sono più sufficienti a soddisfare tutte le esigenze dei viaggiatori, sempre più concentrati a vivere esperienza uniche e non convenzionali. L’alternativa più famosa è forse quella del glamping, che consiste in campeggi di lusso dotati di ogni comodità e a pieno contatto con la natura. Se non dovesse essere abbastanza, possiamo dormire in una casa sull’albero, in una bubble a cielo aperto oppure in minivan adottati per l’occasione. Ci sono tipologie di alloggio in grado di adattarsi al desiderio di esperienze di chiunque: romantici, avventurosi, amanti del design o della natura. La scelta dell’alloggio giusto può trasformare qualunque viaggio in un ricordo indelebile. Vediamo insieme quali sono le tipologie di alloggio più insolite che si possono trovare in Italia e all’estero.

Glamping: il campeggio di lusso

Qualcuno potrebbe averne già sentito parlare, si tratta di campeggi di lusso (il nome deriva dall’unione delle parole glamour e camping), che poco hanno a che fare con tende e bungalow ai quali siamo abituati. Si tratta infatti di sistemazioni dotati di ogni comfort e materiale pregiato, in zone ricche di flora e fauna.

Consigliato per chi: ama la natura e la possibilità di incontrare animali di ogni tipo

Destinazione suggerita: Tanzania

Alternativa in Italia: Best Ledro Camping (Trentino Alto Adige)

 

La casa sull’albero, il sogno di ogni bambino

Qualunque bambino, almeno una volta, ha sognato di dormire in una casa sull’albero. Queste casette di legno, sospese sui rami di alberi altissimi, circondate dalle fronde, si sono ormai diffuse in quasi tutte le regioni d’Italia, oltre che all’estero. Che siano affacciate sulle colline Toscane o sui campi di lavanda della Provenza, che siano più o meno accessoriate o lussuose, sono sempre un’esperienza indimenticabile da vivere con la famiglia o la persona che si ama.

Consigliato per chi: ama la natura e vuole ricaricarsi a “3 metri sopra il cielo”

Destinazione suggerita: Indonesia

Alternativa in Italia: Awen Tree House (Umbria)

 

Bubble room: una stanza sotto alle stelle

Si tratta di strutture completamente trasparenti, come delle cupole, che permettono di dormire sotto un cielo stellato o avvolti dagli alberi, nel cuore di un bosco o di uno spazio dedicato. Anche in questo caso, come nel caso dei glamping, si tratta di sistemazioni tutt’altro che spartane. Alcuni bubble hotel sono completamente trasparenti, altri invece hanno una sola parete, spesso affacciata sul mare o su un bosco, per godere del panorama senza rinunciare completamente alla privacy.

Consigliato per chi: ama essere svegliato dalla luce naturale

Destinazione suggerita: Giordania

Alternativa in Italia: Le Perseidi Bubble Glamping (Lazio)

 

La botte di vino

Un’altra tipologia di alloggio originale, che però si sta diffondendo sempre di più in tutta Italia, è la botte. Ovviamente si trovano soprattutto nelle regioni più frequentate dal turismo enogastronomico, come la Toscana, la Lombardia, il Veneto, il Piemonte e l’Alto Adige. Le botti di vino adibite a camere d’hotel sono spaziose, al contrario di quello che si potrebbe credere, e immerse nelle vigne o nella campagna. Immagina: cosa c’è di meglio, dopo una giornata trascorsa a scoprire cantine e ad assaggiare vini, di una notte in una botte?

Consigliato per chi: vuole approfondire il legame enogastronomico della destinazione

Destinazione suggerita: Portogallo

Alternativa in Italia: Agriturismo dei Marsi (Marche)

 

La yurta, per sentirsi come in Mongolia

Se ami i paesi lontani, la Yurta potrebbe regalarti il sogno di essere in Asia. Si tratta infatti della tenda tradizionale dei pastori mongoli, ormai molto diffusa anche in Italia per il fascino che sprigiona. Inoltre, la yurta generalmente è più spaziosa, riuscendo così ad ospitare facilmente famiglie numerose.

Consigliato per chi: vuole sentirsi dall’altra parte del mondo

Destinazione suggerita: Mongolia

Alternativa in Italia: 2 Cuori e 1 Yurta (Toscana)

 

Houseboat: la casa galleggiante

Chi è stato nei Paesi Bassi o in Francia potrebbe averle già notate: le houseboat sono una tipologia di alloggio “galleggiante” molto amato all’estero, ma che si sta diffondendo anche da noi, soprattutto per andare incontro alle richieste dei turisti stranieri. La maggior parte delle houseboat sono stanziali, poste in una marina o su un lago, ma ci sono anche alcune tipologie che permettono di spostarsi ogni giorno all’interno, variando così il paesaggio.
Oltre ad essere anche molto lussuose, con arredi di design e dotate di vari comfort, le case galleggianti possono ospitare gruppi di 6-8 persone, e permettere a chi ci alloggia di fare cene o pranzi su graziose terrazze affacciate sul mare.

Consigliato per chi: considera l’acqua il suo elemento naturale

Destinazione suggerita: Paesi Bassi

Alternativa in Italia: Aqua Resort (Abruzzo)

 

Una notte in igloo senza raggiungere l’artico

Tra gli alloggi più originali ci sono gli igloo. Si trovano soprattutto in Svizzera, sulle montagne e raggiungibili esclusivamente tramite funivia o motoslitta, o nei paesi del nord Europa. Gli igloo sono composti interamente di ghiaccio, quindi molto affascinanti, ma forse anche piuttosto scomodi. Occorre infatti informarsi prima di prenotare: l’igloo non è un alloggio comodo o lussuoso. Bisogna indossare abbigliamento adeguato, si dorme su un letto coperto da pelle di pecora o all’interno di un sacco a pelo, e spesso non dispongono di bagno all’interno. Probabilmente non risponde alla definizione di soggiorno rilassante, ma sicuramente si tratta di un’esperienza unica da vivere.

Consigliato per chi: ha un’alta temperatura corporea e non si spaventa nelle situazioni più estreme!

Destinazione suggerita: Islanda

 

Il faro, per inguaribili romantici

Se ti senti avventuroso come Joseph Conrad, l’alloggio perfetto per te esiste: il faro. Non solo in Inghilterra, in Irlanda o in Croazia, anche in Italia è possibile vivere la romantica esperienza di dormire in un faro. Alcuni sono accessibili grazie a una strada, altri invece solamente via mare.

Consigliato per chi: vuole sentirsi dentro a un film

Destinazione suggerita: Irlanda

Alternativa in Italia: Fato Punta Fenaio (isola del Giglio)

 


Come abbiamo visto, gli alloggi insoliti sono tutti diversi ma condividono un tratto comune: sono inseriti in un paesaggio naturale di grande bellezza. Tra le alternative ad oggi disponibili figurano anche capsule hotel, ex cabine della funivia restaurate e torri medievali.

E tu, hai già scelto dove alloggiare per la tua prossima fuga?

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

LASCIA UN COMMENTO